Dallo studio funzionale e dei percorsi alla definizione di forme, luci, colori, atmosfere e stili

Diminuisci dimensioni testoAumenta dimensioni testo

Il progetto d'arredo: in fase di progettazione esecutiva di un appartamento teniamo già conto dell’ingombro dei principali elementi di arredo e dei percorsi che si vengono a creare a seconda della disposizione degli stessi.

Naturalmente vengono presi in considerazione anche altri molteplici aspetti, quali ad esempio l’esposizione dell’edificio e dei singoli ambienti, l’ubicazione dell’unità immobiliare, la presenza di eventuali elementi di pregio da valorizzare, l’eventuale presenza di difetti da correggere o almeno da migliorare. Naturalmente si tratta ancora di una fase tecnica che si basa su normative e parametri di legge, dotazioni tecnologiche ed impiantistiche, analisi funzionali, che esulano dalla scelta del tipo di arredi, di forme, di colori e atmosfere, di stili e mode che verranno successivamente sviluppati con un vero e proprio progetto di arredo.

A questo riguardo ci preme sottolineare una linea di pensiero che consideriamo fondamentale nel nostro operato: a nostra opinione è molto importante seguire la naturale inclinazione di un edificio o di un appartamento, senza volontà di snaturare i luoghi. Il nostro compito è quello di capire le potenzialità dei luoghi ed esaltarle e ovviamente è anche quello di saper cogliere le preferenze e le esigenze del Committente senza voler imporre a tutti i costi la nostra volontà, il nostro gusto o semplicemente le tendenze di moda. Il progetto di arredo nascerà dunque sia da una attenta analisi del contesto che dalla collaborazione con il Committente. Al Committente saranno sottoposte diverse opzioni che avranno funzione “orientativa” e che consentiranno il concretizzarsi del progetto finale.